Casa del Patrimonio

Con la Casa del Patrimonio a Villa Patumbah la divulgazione della cultura architettonica occupa oggi un posto fisso tra le attività di Patrimonio svizzero. Lo scopo del progetto è suscitare l’interesse e l’entusiasmo tra giovani e meno giovani.

La Casa del Patrimonio si trova al pianterreno e nel giardino di Villa Patumbah, nel quartiere di Seefeld a Zurigo. Il centro organizza mostre e visite guidate e animate da personaggi teatrali, nonché laboratori rivolti ai bambini e agli adulti sul tema della cultura architettonica. In questo modo si coltiva la capacità di apprezzare l’ambiente costruito contemporaneo. Ogni anno i visitatori sono circa 6500, tra cui 1200 bambini e ragazzi.

L’idea di un centro educativo di Patrimonio svizzero nasce nel 1999. Il punto di svolta è giunto in occasione del nostro 100° anniversario, quando è stato deciso di utilizzare i proventi della campagna del Tallero d’oro 2005 per la realizzazione del progetto. Dopo la ricerca a livello nazionale di un immobile idoneo, nel 2010 è stato firmato il contratto di locazione con la Fondazione Patumbah ed è stato siglato un accordo di collaborazione.

Con l’istituzione e le attività della Casa del Patrimonio, Patrimonio svizzero ha creato un centro educativo unico nel campo della cultura architettonica. La variegata offerta di attività è indirizzata a promuovere la divulgazione e la formazione in questo ambito.

La Casa del Patrimonio è amministrata da Patrimonio svizzero. Vi contribuiscono finanziariamente anche l’Ufficio federale della cultura nel quadro del Messaggio sulla cultura, come pure il Cantone e la città di Zurigo. Un’ulteriore fonte di finanziamento è rappresentata dal club degli «Amici di Villa Patumbah». Per quanto concerne le mostre temporanee e le attività di divulgazione legate ai singoli progetti dipendiamo da fondi esterni.

Sito

Casa del Patrimonio presso Villa Patumbah – vivere la cultura architettonica da vicino (tedesco e francese)

Vantaggi per i membri

I membri di Patrimonio svizzero possono acquistare il biglietto d’ingresso alla Casa del Patrimonio a metà prezzo.